Gardaland, il parco divertimenti Numero 1 in Italia
30/09/2007 5 min 768 info

Gardaland, il parco divertimenti Numero 1 in Italia

Il parco divertimenti Numero 1 in Italia vanta numerosi primati: è stato il primo a introdurre in Italia le montagne russe fisse, è il primo per dimensioni, con più di 400mila mq di superficie e con più di 3 milioni di visitatori l’anno, ed è soprattutto il primo costruito, esattamente nel 1975.

Nel tempo Gardaland è diventato il sogno dei bambini di tutte le generazioni, grandi e bambini ed è cresciuto tanto da essere diventato 4 volte più grande di quando è stato aperto.

Oggi ci sono quasi 40 attrazioni quasi tutte nuove, pochissime sono rimaste le originali, sempre in costante evoluzione per stare al passo con i tempi ed offrire continuamente nuove occasioni di divertimento.

Il parco adesso si chiama Gardaland Park che fa parte di Gardaland Resort, un’area che comprende inoltre 3 hotel a tema, un acquario e un nuovissimo parco acquatico.

Appena varcato l’ingresso si entra in un mondo fantastico fatto di colori, giochi ed emozioni per trascorrere assieme ai propri amici, alla famiglia una giornata emozionante e piena di allegria per rompere la routine quotidiana.

Le aree del parco

Il parco è suddiviso in aree tematiche, ognuna riproduce in maniera fantasiosa un habitat terrestre, un periodo storico o un mondo inventato ispirato alle fiabe, ai cartoni animati o al cinema. All’interno di ogni area ci sono attrazioni per tutti con punti di ristoro, servizi e animazione.

  • Fantasy, un’area pensata per i bambini piccoli
  • Adventure, con attrazioni per tutte le età
  • Adrenaline, come dice il nome per chi è caccia di forti emozioni

Questa classificazione non indicano zone specifiche del parco e nemmeno le attrazioni, ma sono un’indicazione del tipo di emozione che si prova, in quanto ogni attrazione ha dei limiti stabiliti dall’altezza della persona.

Oltre alle giostre, a Gardaland ci sono in continuazione animazioni, spettacoli, show che durante l’anno cambiano in base al periodo, come il Natale, Halloween, ecc…

Per i più piccoli

Peppa Pig Land è un piccolo mondo interamente dedicato al celebre personaggio della televisione completo della casa riprodotta fedelmente, con le barchette, il trenino e le mongolfiere su cui è possibile fare un giro.

Storica è l’area di Prezzemolo Land, un parco giochi ispirato alla mascotte di Gardaland.

Ovviamente ce ne sono molte altre, come il bruco, la giostra cavalli, il disco volante, ecc…

Per tutta la famiglia

Colorado Boat è famosa anche per le foto sul tronco dove ti puoi completamente bagnare dopo la rapida in pieno stile parco.

Visto il successo, è stata creata un’evoluzione chiamata Fuga da Atlantide, ambientata nell’antica Grecia e sempre in mezzo all’acqua.

All’asciutto ci sono i Corsari, che è un percorso su vagoni al buio con animazioni dinamiche ed effetti scenici realistici, dove vi sembrerà di vivere realmente epici duelli e cacce al tesoro nei sette mari.

Altri effetti incredibili si possono vedere con Ramses, che è un percorso sotterraneo all’interno di una gigantesca Valle dei Re con stupefacenti effetti visivi al laser ed effetti sonori, dove l’entrata è una riproduzione in scala del tempio di Abu Simbel dell’antico Egitto.

Poi ci sono le giostre sui binari, come Mammut e Kung Fu Panda e l’immancabile TransGardaland Express, il famoso trenino che un tempo compiva l’intero giro del parco permettendo di ammirarlo dall’alto, ma che adesso compie solo un giro parziale perché il parco oggi è diventato molto più esteso.

Adrenalina pura per ragazzi e adulti

Per finire ci sono le attrazioni estreme di Gardaland, che decisamente non sono per tutti perché le emozioni che si provano sono davvero forti!

Oblivion alta 42 metri, è ancora oggi uno dei più lunghi in Europa, dove in caduta a picchiata si raggiungono i 100 km all’ora.

Blue Tornado, storica giostra con i sedili che lasciano le gambe sospese nel vuoto ad un’altezza di 33 metri e con una velocità di 80 km all’ora offre sempre un’esperienza da brivido.

Raptor unica in Italia, un ottovolante con sedili laterali sospesi nel vuoto, dove gli ostacoli vengono evitati all’ultimo istante facendo schizzare l’adrenalina al massimo.

Quando andarci

Il periodo migliore per andare a Gardaland è sicuramente la primavera, escludendo Pasqua e gli eventuali ponti oppure settembre perché cala l’afflusso dei visitatori e le temperature sono gradevoli. Durante il weekend la domenica è tendenzialmente è meno affollata del sabato, ma è sicuramente meno affollato durante la settimana, approfittando dell’ingresso serale meno costoso e comunque molto divertente.

Richiedi una consulenza personalizzata

Tags dell’articolo: