Come scegliere il cibo per i nostri simpatici amici gatti
20/04/2007 3 min 963 info

Come scegliere il cibo per i nostri simpatici amici gatti

Scegliere il cibo adatto per il proprio gatto può essere un compito difficile a causa delle numerose opzioni disponibili sul mercato.

Esistono diverse forme di cibo, come crocchette, filetti, bocconcini e paté, così come diverse opzioni di confezionamento, come bustine e lattine.

La scelta del cibo dipende dall’età e dallo stato di salute del gatto. In un test condotto per valutare i prodotti venduti nei supermercati, si è cercato di capire se questi prodotti offrano un’alimentazione adeguata per i nostri amici felini e se il prezzo faccia la differenza.

Una delle prime cose da considerare è la denominazione di vendita riportata sull’etichetta.

I mangimi completi sono formulati in modo tale da fornire tutti i nutrienti necessari per una dieta giornaliera equilibrata, mentre i mangimi complementari contengono una quantità elevata di specifici nutrienti, ma non sono sufficienti come unica fonte di alimentazione.

È importante evitare di utilizzare cibi complementari come unica fonte di cibo per il gatto, in quanto potrebbero causare carenze nutrizionali. Essi dovrebbero essere somministrati in combinazione con altri cibi per evitare squilibri.

La scelta tra cibo secco e umido ha vantaggi e svantaggi.

I cibi umidi sono gustosi, contengono meno amidi e forniscono una buona quantità di grassi. Inoltre, sono più appetibili e contribuiscono all’apporto idrico.

D’altra parte, le crocchette sono più pratiche, facili da dosare e benefiche per l’igiene dentale. Tuttavia, spesso contengono un’elevata quantità di carboidrati, che i gatti tollerano poco.

Un altro fattore da considerare è il costo: nel test è emerso che l’alimentazione esclusivamente a base di cibo umido costa più del triplo rispetto al cibo secco. È consigliabile quindi variare la dieta del gatto combinando entrambi i tipi di cibo.

Durante l’acquisto del cibo per gatti, bisogna prestare attenzione ad alcuni aspetti.

La maggior parte dei prodotti inclusi nel test è di buona qualità, ma alcune caratteristiche potrebbero essere migliorate, come l’aggiunta di vitamina A e taurina, importanti per la salute del gatto.

Due fattori da tenere in considerazione sono il prezzo e l’etichetta del prodotto.

Il prezzo non è sempre un indicatore proporzionale della qualità. I risultati del test hanno dimostrato che è possibile risparmiare scegliendo prodotti relativamente economici ma comunque di buona qualità.

Per quanto riguarda l’etichetta, spesso le immagini suggestive possono far pensare che il cibo contenga grandi quantità di carne o pesce di alta qualità, ma la realtà è diversa. La percentuale effettiva di carne/pesce può essere molto bassa.

È importante controllare gli ingredienti indicati nell’etichetta.

Richiedi una consulenza personalizzata

Tags dell’articolo: